TOP PEOPLE SERIES #2: intervista a Sara Puccinelli

Per la rubrica TOP PEOPLE, dedicata alle splendide muse che ogni giorno c’ispirano – e che amano The Organic Pharmacy – oggi vi presentiamo Sara Puccinelli (in arte Sarinski).

Conosciamola meglio insieme per scoprire i segreti della sua skincare, i suoi must-have del brand e il motivo per cui Margo Marrone l’ha convinta a introdurli nella beauty routine quotidiana!

Ciao Sara! Rompiamo il ghiaccio chiedendoti subito di presentarti, a modo tuo, ai nostri lettori…

Hey! Sono Sara Puccinelli, sono nata in giugno con la luna in Pesci e vivo a Milano, dove lavoro come content creator e brand advisor per realtà giovani – e spesso a unica conduzione femminile. Sono appassionata di arte e astrologia. Su Instagram mi trovate come @sarinski_

Che tipo di pelle hai e come descriveresti la tua skincare?

La mia pelle è mista, poco sensibile ma soggetta sporadicamente all’acne. Mi piace molto dedicarmi alla skincare e lo faccio almeno due volte al giorno: al risveglio e non appena ho deciso la fine della mia giornata sociale. Uso diversi prodotti e mi piace sempre provare nuova cosmesi, pur mantenendo le mie preferenze.

Che cos’è per te la bellezza e come è cambiata la tua beauty routine nel corso degli anni?

Per me la bellezza è soprattutto sentirsi a proprio agio. La mia beauty routine si è evoluta in un momento di pausa e di meditazione, nel corso del tempo. Per questo anche le profumazioni per me sono molto importanti… e The Organic Pharmacy è l’ideale, perché seleziona per i suoi prodotti solo gli ingredienti migliori: anche le fragranze non sono artificiali, ma vengono proprio dagli attivi vegetali!

A questo proposito: da quanto tempo conosci e utilizzi The Organic Pharmacy?

Conosco The Organic Pharmacy da tempo e utilizzo quotidianamente diversi prodotti dal momento in cui è approdato anche in Italia, all’inizio del 2021.

Come ti sei avvicinata al brand e che cosa apprezzi della sua filosofia?

Una volta che l’ho provato, non ho più potuto farne a meno. Once you go T.O.P. you never go back (sorride). Apprezzo moltissimo l’uso di attivi naturali estratti da piante ed erbe da agricoltura biologica.

Come lo descriveresti a chi non lo conosce ancora?

Secondo me The Organic Pharmacy non è simile a nessun altro brand provato in precedenza: rappresenta un modo nuovo di fare skincare a cui non siamo abituate e che vale la pena provare.

Qual è il tuo prodotto preferito di The Organic Pharmacy?

È difficile scegliere un solo prodotto preferito di The Organic Pharmacy… ma posso dire che il contorno occhi e labbra Lip&Eye Cream mi ha salvato lo sguardo molte volte! Illumina e leviga la zona perioculare e del contorno labbra in pochi istanti e fin dal primo utilizzo. Sono anche entusiasta del nuovo Rosehip Serum, un siero oleoso da miscelare con la propria crema viso! È appena uscito, ma è già diventato un indispensabile. 

C’è qualcosa che ti ha colpito, o a cui ripensi, durante il tuo incontro con la founder di The Organic Pharmacy (Margo Marronea Milano?

L’avrei ascoltata parlare per ore, anche se non sarebbe stato necessario per convincermi… mi è bastato guardare la sua pelle!

Sei mai stata a Londra e hai un ricordo particolare della città che vuoi condividere con noi?

Sì, sono stata a Londra tante volte e sono sempre stata molto felice a Kensington e a Notting Hill. Torno alla Tate Modern e alla Saatchi ogni volta che posso!

A proposito di Regno Unito: c’è un film, una serie TV, una canzone, un album o un libro (inglesi naturalmente) che vuoi consigliarci?

About time: un film molto tenero ambientato in Cornovaglia.

La serie Fleabag (che trovate su Prime Video)… tutt’altro che tenera!
Tutti i libri di Arthur Conan Doyle.

Qual è il tuo sogno nel cassetto e quali le tue speranze per il futuro?

Spero in un mondo sempre più attento al prossimo e alla natura, e il mio sogno nel cassetto è essere parte attiva di questo cambiamento.

Grazie Sara per questa bellissima chiacchierata!