TOP PEOPLE SERIES #3: INTERVISTA A ELETTRA LASTRA

Per la rubrica TOP PEOPLE, dedicata alle donne che amano e utilizzano i prodotti di The Organic Pharmacy, oggi diamo il benvenuto a Elettra Lastra.

In questa intervista, la bellissima Elettra ci racconta del suo amore per la lettura, per i viaggi e per una skincare piacevole e “su misura”… Scopriamo insieme i suoi consigli e soprattutto i segreti che le ha rivelato la nostra founder, durante l’incontro a Milano!

Ciao Elettra! Vuoi presentarti ai nostri lettori a modo tuo?

Sono Elettra, ho 24 anni e vivo nella nostra bellissima Italia. Sono nata sotto il segno del Toro con la luna in Bilancia, quindi venusiana al 100%: le mie passioni sono i libri, i libri, i libri… e i viaggi!

Che tipo di pelle hai e come descriveresti la tua skincare?

La mia pelle segue molto il cambio delle stagioni. Di base è normale, ma d’inverno fa i capricci e diventa più secca, mentre d’estate spesso mi ritrovo a utilizzare prodotti per pelle mista. Tendo sempre ad “ascoltarla” e a “sentirla”, così da capire di che cosa ha bisogno in quel determinato momento. Per questo definirei la mia skincare: variabile. Non mi faccio mancare nessun passaggio, però non m’impongo una routine fissa per tutto l'anno. Vario i prodotti in base alle necessità, anche perché mi piace molto provare cose nuove!

Quali sono le cose a cui presti maggiore attenzione quando scegli un prodotto di bellezza?

Ho una particolare passione per le texture e i profumi dei prodotti: la sensorialità è fondamentale nella mia skincare routine. Il momento in cui mi prendo cura della mia pelle diventa quasi un rituale meditativo per me… mi piace godermi i profumi e le consistenze dei prodotti. Per questo detesto le fragranze aggressive, mi piacciono quei profumi naturali che fanno quasi da aromaterapia.

Da quanto tempo conosci e utilizzi The Organic Pharmacy?

Conosco The Organic Pharmacy da tempo e ho iniziato a scoprire i loro prodotti dall'arrivo in Italia del brand, a inizio 2021. Più prodotti provo, più mi piace!

Come ti sei avvicinata al brand e che cosa apprezzi della sua filosofia?

Il mio innamoramento con The Organic Pharmacy penso sia coinciso con l'incontro con Margo Marrone, la fondatrice del brand. Una donna splendida e carismatica che mi ha fatto capire la vera filosofia di questo nuovo modo di fare skincare e la passione che c'è dietro ogni prodotto.

C’è qualcos’altro che ti ha colpito di lei, durante il nostro incontro a a Milano?

Che dire, Margo è una di quelle persone che hanno il dono di trasmetterti tutta la loro passione e conoscenza con calma e tranquillità. Dopo averla conosciuta ho capito perché i prodotti di The Organic Pharmacy sono così speciali.

Qual è il tuo prodotto preferito di The Organic Pharmacy?

Dopo quell'evento, in ottobre, su consiglio di Margo, ho provato a mixare due prodotti della linea antiossidante: Face Gel + Face Serum. Come dicono gli inglesi? LIFECHANGING! Da quella sera non ho mai smesso di usarli.

Qual è, invece, il prodotto che consiglieresti a chi non ha ancora mai provato nulla?

Penso che il Carrot Butter Cleanser sia il punto di partenza ideale per scoprire The Organic Pharmacy: un burro struccante dalla texture fondente che, a contatto con il calore della pelle, si trasforma in un olio setoso dal buonissimo profumo aromatico. Io lo uso di sera per struccarmi, lo scaldo fra le mani e lo massaggio sul viso per detergere la pelle, e poi per rimuoverlo uso il panno in mussola. Per me è quasi un rituale catartico: insieme al trucco e alla sporcizia rimuovo anche tutte le preoccupazioni della giornata! E la pelle rimane pulita e morbidissima.

A proposito di Regno Unito e della tua passione per i libri: c’è qualche lettura che vuoi consigliarci? Magari ambientata a Londra o in UK?

Uno dei miei autori inglesi preferiti è Gerald Durrell! Forse avrete letto La mia famiglia e altri animali. Era un naturalista, che nella sua vita si è completamente speso per la natura e gli animali, fondando anche un'associazione con lo scopo di salvare specie in estinzione. Fortunatamente adorava scrivere e oggi possiamo leggere le sue opere: un mix tra autobiografia e zoologia, in cui Durrell ci fa scoprire la natura con passione, descrivendo con arguzia il mondo degli animali e quello degli uomini. Il tutto condito con quel pizzico di humour inglese che ci piace tanto.
E poi Arthur Conan Doyle, ovviamente! Non si può non appassionarsi alle avventure di Sherlock Holmes.

Qual è il tuo sogno nel cassetto e quali le tue speranze per il futuro?

Un casale in Toscana, dove fare colazione sotto un pergolato e passare le giornate a leggere… è troppo da chiedere?

Vuoi aggiungere qualcosa prima di salutarci?

Direi che è tutto, grazie per avermi inclusa! Sono fiera di essere una TOP person!

Grazie a te, Elettra! A presto!